GPDR: General Data Protection Regulation

Il 25 Maggio entrerà in vigore il famoso GPDR (General Data Protection Regulation), vista la minaccia di sanzioni salatissime sono in molti coloro che sentono il bisogno di mettersi in regola.
Prestate attenzione alle false pubblicità di informatici che vi si offrono come DPO (Data Protection Officer) perché non serve spendere soldi in inutili consulenze quando basta ricercare il testo del regolamento e leggerlo per capire che quello che vi si chiede è molto semplice: “prestare più attenzione ai dati sensibili dei vostri clienti” quindi metterli in condizioni di esser informati su tutto l’iter: dalla raccolta allo storage, dalla cessione eventuale dei dati a terzi alla possibilità di cancellarsi con facilità e con certezza dagli elenchi.

Le grandi aziende hanno già al loro interno la struttura che potrà occuparsi della cosa e non metto in dubbio la complessità dell’operazione quello che invece mi preoccupa sono le piccole aziende e le associazioni che per 15 schede soci/utenti si ritrovano a dover spendere soldi inutilmente in consulenze di fantomatici esperti quando invece avrebbero potuto mettersi in regola senza spendere un euro!



Commenta per primo

Rispondi