Disinformazione, internet e giovani

I social network, ad oggi, sono universalmente riconosciuti come il più potente strumento per lo scambio di informazioni in tempo reale. Tutti i contenuti sono pubblicati senza alcun filtro e purtroppo, sempre più frequentemente, assistiamo a quel fenomeno identificato come “disinformazione”. 

Uno tra i dati più scioccanti risiede nell’incapacitá, non tanto degli anziani quanto dei giovani, di non saper distinguere se una notizia è vera o falsa. A dirlo è l’università di Stanford (California) che, attraverso una ricerca condotta su circa 8.000 studenti, è giunta a tale risultato. 

La percentuale è impressionante, più dell’80% degli intervistati non è stato in grado di distinguere tra una notizia vera ed una inventata; circa il 40% ha effettuato collegamenti errati tra immagini decontestualizzate e l’articolo, ovvero, hanno creduto che l’immagine proposta nell’articolo fosse realmente collegata al testo mentre, nella realtà,  era solo una scelta di marketing per attirare l’attenzione. 

Risulta preoccupante pensare che più di due terzi degli intervistati si lasci condizionare dal ruolo professionale della fonte, della serie: “se a dirlo è un avvocato, perché non crederci”, ora non voglio insinuare che gli avvocati mentano, ma sono dell’idea che bisognerebbe sforzarsi di effettuare delle ricerche e fare delle comparazioni, prima di divulgare la notizia! 

Il danno maggiore è proprio diffondere notizie sbagliate, più che acquisirle. 

Che ci siano dei professionisti che, della disinformazione, ne fanno un lavoro, lo sappiamo, ecco perchè sarebbe importante integrare, nei programmi scolastici, anche l’educazione all’informazione.

COS’E’ LA DISINFORMAZIONE?

Sono informazioni false, fuorvianti, non oggettive o non complete, che alterano la realtà dei fatti ed ingannano, confondono o modificano le opinioni verso una persona, un argomento o una situazione.

  • Diffusione intenzionale di notizie o informazioni inesatte o distorte allo scopo di influenzare le azioni e le scelte di qualcuno (per es., dei propri avversari politici, dei propri nemici in un conflitto bellico, e sim.). Mancanza o scarsità d’informazioni attendibili su un determinato argomento, e spec. su fatti e avvenimenti sui quali si dovrebbe essere informati.Dizionario Treccani

ALCUNI STRUMENTI CONTRO LA DISINFORMAZIONE:

Ecco quelli che ritengo essere i link migliori a cui fare riferimento quando dobbiamo verificare una notizia:

infine ce n’è uno fondamentale, attraverso il quale non solo è possibile verificare una notizie ma è anche possibile imparare molto, sto’ parlando di Wikipedia.it, una enciclopedia gratuita attraverso la quale è possibile, non tanto ricercare intere news, quanto i concetti alla base della notizia. 

Il più grande nemico della conoscenza non è l’ignoranza, è l’illusione della conoscenza. Stephen Hawking

Documenti Allegati:

Commenta per primo